Car sharing, tutte le novità

Tra nuovi servizi e novità per gli operatori consolidati, tutto quello che c’è da sapere sulle auto in condivisione e sulle app per gestirle.

Comode, facili da trovare, economiche: grazie ai servizi di car sharing le auto in condivisione sono sempre più diffuse in molte città italiane. Secondo l’ultimo rapporto sul noleggio dei veicoli di Aniasa (Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e dei servizi automobilistici), in Italia gli iscritti ai servizi di car sharing sono 487.000 (267.000 solo a Milano) per un totale, nel 2014, di quasi 5,3 milioni di viaggi registrati a fronte di una flotta di 3.300 unità. Nel mondo, lo scorso anno, gli utenti erano 5 milioni con un parco a disposizione di 100.000 vetture.

Carsh.it e eVeryride.it, aggregatori di car e bike sharing. Per chi è iscritto a diversi servizi di car e bike sharing, può essere comodo avere un’app che li aggrega e li gestisce. Disponibile, in versione app, per iOS e Android, Carsh è un aggregatore degli operatori di car sharing e bike sharing. Il servizio, per ora, è disponibile a Milano, Roma, Firenze, Bologna, Brescia, Cagliari, Genova, Napoli, Palermo, Padova, Parma, Torino, Savona e Venezia. Basta installare l’app e attraverso la geolocalizzazione si possono trovare i servizi di car o bike sharing più vicini alla propria posizione. Il sistema mostra le tariffe per ciascun gestore, con la possibilità di prenotare. Servizio simile è offerto da eVeryride, aggregatore dei servizi di car sharing e bike sharing presenti nelle maggiori città italiane. L’app non richiede registrazione, è gratuita e senza pubblicità e permette di confrontare offerte e tariffe. All’occorrenza, con eVeryride si può anche prenotare un taxi.

Share’nGo, l’ultima novità su Milano. Dal 15 giugno a Milano, città molto attiva nel settore del car sharing, ci sarà anche Share’nGo, servizio di car sharing che mette a disposizione auto elettriche, a due posti, con un’autonomia di 120 km. Come succede con altri servizi di car sharing, anche con Share’nGo non è necessario riportare l’auto alla colonnina di ricarica alla fine dell’utilizzo: la si può parcheggiare dove si preferisce all’interno dell’area comunale di Milano. Le tariffe al minuto e all’ora sono calcolate in modo personalizzato e favoriscono alcune categorie. Al momento dell’iscrizione l’utente deve rispondere a qualche domanda e specificare se appartiene a una categoria “protetta”: pendolari, studenti fuori sede, persone che vivono fuori dall’area C e lontano dalle fermate della metropolitana o del passante ferroviario, nonni che si occupano dei nipoti, lavoratori “di pubblica utilità”, madri ecc. La combinazione delle risposte porta ad avere una percentuale di sconto sulla tariffa base, 28 centesimi di euro al minuto: lo sconto può arrivare fino al 50 per cento. In più, dall’una alle 6 del mattino il servizio è gratuito per le donne. L’iscrizione costa 10 euro: chi lo fa entro il 14 giugno ottiene 500 minuti di utilizzo gratuiti. Il servizio è operativo nella zona di Milano: sarà possibile uscire dall’area della città, ma non chiudere la sessione di noleggio al di fuori di essa.

Le novità di Enjoy e di Twist. Il 16 giugno, Enjoy, il car sharing di Eni, lancerà il servizio di prenotazione estesa. In pratica dal prossimo mese, a Roma, Milano, Firenze e Torino il noleggio dell’auto potrà avvenire fino a 90 minuti prima dell’utilizzo. I primi 15  minuti saranno a costo zero, dal 16esimo scatterà la tariffa di 0,10 cent al minuto (per un totale massimo di 7,50 euro). Tramite un’app l’utente potrà tenere sotto controllo il tempo trascorso dall’inizio della prenotazione: il contatore sarà verde dal primo al quindicesimo minuto (periodo gratuito), si colorerà di rosso a partire dal sedicesimo (a pagamento, con tariffa di 0,10 cent/minuto). Altra novità Enjoy la riserva agli iscritti che utilizzano il servizio di Roma: arriva il parcheggio dedicato presso la Stazione Termini, dove fino al 31 maggio sarà possibile usufruire della tariffa di 4 euro scontata del 50%. Anche  Twist, servizio di car sharing attivo solo a Milano che dispone di una flotta di 500 Volkswagen Up!, ha esteso il suo servizio: da qualche settimana è possibile iniziare o concludere il noleggio dell’auto anche nel parcheggio P3 dell’aeroporto di Linate, dove alcune postazioni sono riservate ai clienti di Twist. Lasciare o prendere la macchina a Linate costa 4,88 euro, oltre al costo del noleggio normale.

Il car sharing debutta a Verona e a Mantova. Il 24 aprile scorso il car sharing è arrivato anche a Verona. Nella città veneta ha debuttato girACI, servizio che mette a disposizione 25 Volkswagen UP! a benzina (presto arriveranno anche dieci vetture elettriche) a 39 centesimi al minuto. Il car sharing veronese, attivo 24 ore su 24 ogni giorno, permette l’accesso illimitato alla ZTL e sosta gratuita nei parcheggi a strisce blu. Una volta terminato l’utilizzo la vettura potrà essere lasciata in un qualsiasi luogo della zona cittadina entro la quale si potrà usufruire del servizio e il sistema la individuerà nuovamente come vettura disponibile. Il 15 maggio il car sharing è arrivato anche a Mantova, grazie al servizio e-vai. Previa registrazione, e-vai permette di ritirare un’auto elettrica nel punto più vicino alla propria abitazione, di muoversi nel centro della città e di raggiungere anche gli aeroporti di Milano Linate, Malpensa, Orio al Serio, Expo e 30 località lombarde.  Il costo base del noleggio è di 5 euro l’ora (sul sito, poi, si trovano formule diverse a seconda della frequenza dei noleggi).

Car2Go anche a Torino. Da poco più di un mese Car2Go è arrivato anche a Torino. Il servizio, che a regime metterà a disposizione della città 450 vetture, ha già ottenuto una buona risposta: gli utenti del servizio tra i 18 e 25 anni sono il 31% del totale, più del doppio rispetto alle altre città italiane in cui è attivo il servizio. Fino al 31 maggio è possibile registrarsi gratuitamente, ricevendo anche 30 minuti di guida in omaggio. Dopo il periodo promozionale la registrazione costerà 19 euro.

redazione


195
3
0
5
 
0

203