Babbo Natale si veste di rosso… e di tecnologia

Sotto l’albero, i bambini desiderano videogiochi e consolle. Qualche dritta per scegliere i prodotti giusti e per utilizzarli nel modo migliore…

Strenne per tutti i bimbi buoni. «La renna al polo nord/scampanellando va/le strenne porterà/a tutti i bimbi buoni» (una delle versioni italiane di Jingle Bells).

Babbo Natale è tecnologico. Tanti bambini, che credano o meno a Babbo Natale, si aspettano di trovare sotto l’albero i loro doni, ma che siano tecnologici.

Bambini statunitensi supertecnologici. Secondo una ricerca condotta da Nielsen, il 44 per cento dei bambini statunitensi, di età compresa tra i 6 e i 12 anni, vorrebbe l’iPad di Apple come regalo di Natale (fonte: www.applemagazine.it). Seguono: iPod Touch (30%), iPhone (27%), computer, tablet e Nintendo 3DS (25%), Kinect per Xbox 360 di Microsoft (23%), Nintendo DS (22%), smartphone (19%), Playstation 3 di Sony (17%), Xbox 360 (16%). Chiudono la classifica: Nintendo Wii (11%), Playstation Move (10%) e Playstation portable (Psp, 10%).

La passione per i videogames. L’Istat (dati novembre 2011) conferma che il 65,8 per cento dei bambini italiani in età compresa tra i 6 e i 10 anni preferisce i videogames; mentre l’86 per cento di quelli tra i 3 e i 5 è ancora attratto principalmente da macchinine e bambole.

Scegliere i giochi più adatti ai bambini. Con l’arrivo delle feste natalizie, molti genitori accontenteranno i figli regalando loro giochi tecnologici. Ma come scegliere i giusti prodotti? Ecco alcuni passi da seguire tratti da Easybaby.it:

-      leggere bene la confezione del gioco, dove sono indicate età consigliata e immagini e descrizioni utili a capire il contenuto del prodotto;

-      fare attenzione ai sistemi di classificazione. Tra le sigle più diffuse: Pegi (Pan european game information) ed Esrb (Entertainment software rating board). Su questi siti, basta digitare il nome del videogioco per avere età minima consigliata e natura di eventuali contenuti inadatti;

-      informarsi sul gioco leggendo le recensioni;

-      andare direttamente sui siti ufficiali, presenti per la maggior parte dei videogiochi più commercializzati, o su quelli specializzati.

Giocare in compagnia di papà o di un amichetto. Alcuni consigli da Genitoricrescono.com sull’utilizzo dei videogiochi:

-      fare in modo che il videogame sia il meno possibile un’attività solitaria e sempre più sociale. Per questo motivo è importante che il papà affianchi il figlio o che si giochi insieme a un amichetto. I giochi multiplayer permettono di confrontarsi con gli altri e spingono al dialogo. Alcuni esempi: Wii Party, per Nintendo Wii, dai 3 anni in su, è un gioco di gruppo, adatto per tutta la famiglia; anche Start the party! Diventa un eroe!, per Playstation Move, dai 7 anni in su, si basa sul divertimento e sul gioco di squadra;

-      evitare le consolle portatili, che rischiano di isolare il bambino dal mondo esterno;

-      imporre un limite di utilizzo.

Un po’ di movimento con i videogames. In particolare, i videogiochi che si basano sul movimento sono maggiormente indicati per i più piccoli, perché «non richiedono solo la coordinazione fine, nell’uso dei tasti, ma sono più completi, attivi e sociali» (professoressa Cantoia, insegnante al Servizio di Psicologia dell’Apprendimento dell’Educazione alla Cattolica; fonte: Io Donna 3/12). Move Fitness, per Playstation 3, per esempio, adatto dai 7 anni in su, permette di mantenersi in forma e di divertirsi in compagnia di tutta la famiglia; stesse caratteristiche per Mario Sports Mix, per Nintendo Wii, dai 3 anni in su.

M’intendo di Nintendo. A Milano, dal 1 dicembre 2011, M’intendo di Nintendo (fonte: www.ilquotidianoitaliano.it/), una serie di lezioni per avvicinare le mamme al mondo dei videogames, sempre più amati dai bambini. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra Nintendo e Spaee (Servizio di psicologia dell’apprendimento e dell’educazione dell’università Cattolica Sacro Cuore di Milano). Obiettivo: insegnare ai genitori come far usare correttamente i videogiochi al proprio figlio.

Piccoli esperti di tecnologia crescono. Tra i giocattoli tecnologici più in voga del momento, è possibile scegliere tra una gamma di piccoli computer elettronici, che stimolano il bambino e ne sviluppano creatività e competenze. Uno degli ultimi arrivati sul mercato è il Sapientino Clem Touch di Clementoni (da www.giocattolicreativi.it). Adatto ai bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni, è una consolle educativa che integra tre sistemi tecnologici: un touchscreen da usare con le dita o con il pennino; una tastiera alfanumerica per iniziare a familiarizzare con quella vera del pc; un joypad direzionale e un tasto specifico per giocare come con un videogioco. Si alimenta con le pile e costa 78 euro.

Tanti giochi elettronici a basso costo. L’elenco dei giochi tecnologici per bambini è vasto e spazia dai lettori mp3 delle Winx (euro 39,80, da 4 anni in su) alle agendine elettroniche di Hello Kitty (euro 21,90, da 6 anni in su), dal Tv Games di Wall-E da collegare al televisore (euro 24,90, da 5 anni in su) al gioco interattivo 20Q che legge nella mente (euro 24,90, da 8 anni in su).

Micromondi virtuali per le bambine. My Life Consolle, gioco elettronico di Giochi Preziosi per bambine dai 5 anni in su. Permette di creare dei micromondi virtuali e di scambiare messaggi con altre bimbe in possesso della consolle. Costa 79,90 euro.

Alcuni videogiochi per la consolle. Tra i desideri più gettonati dei bambini, però, rimangono le diverse consolle, da Playstation Sony a Nintendo Wii e DS a Microsoft Xbox 360. Alcuni titoli più adatti ai bambini: Geronimo Stilton nel Regno della Fantasia. Il Videogioco, Cars 2, EyePet all’Avventura, The Mystery Team, Super Pokémon Rumble, ecc.

Imparare a disegnare con la tecnologia. uDraw Game Tablet per Wii, tavoletta grafica che permette ai bambini di imparare a disegnare, dipingere e colorare, osservando i disegni direttamente sul televisore di casa. Costo: 69,90 circa.

Tante applicazioni per i più piccoli. Sul versante Apple, sono cresciute le applicazioni gratuite per Mac, iPhone e iPod per aiutare i più piccoli a crescere e imparare. Alcuni esempi da Apple Magazine:

-      Cutie Melody per Mac, uno xilofono semplice che suona realmente. I bambini possono colpire ogni barra dello strumento e fare musica scoprendo pian piano melodie diverse;

-      All-in-One Big Combo Trace Free Lite per iPod, per imparare la calligrafia, i numeri e le lettere;

-      Stick Hero per iPhone, adatto ai bambini un po’ più grandi. Consiste nell’aiutare Stickman a percorrere piattaforme pericolose per raccogliere i frutti e le monete toccando semplicemente lo schermo.

I dvd per i più piccoli che piacciono anche ai grandi. Infine, cosa c’è di meglio che guardare un dvd in compagnia dei propri figli? Tra le ultime uscite, alcune disponibili anche in versione 3D: Il re leone, Kung Fu Panda 2, Cars 2, I puffi.



0