Aste online: come comprare in sicurezza e risparmiare

Minima spesa, massimo risultato: non solo eBay, sul web ci sono parecchi siti che permettono di acquistare all’asta a prezzi molto vantaggiosi. Dritte per concludere buoni affari

Le aste online, una realtà consolidata anche in Italia. Un venditore che mette a disposizione un oggetto stabilendone il prezzo di partenza, uno o più acquirenti che leggono l’inserzione e fanno proposte, il migliore offerente che acquista al prezzo pari all’offerta più alta: le aste online, nate negli anni Novanta negli Stati Uniti, sono ormai una realtà ampiamente consolidata anche in Italia. Essenzialmente, quando si acquista in un’asta online, si può scegliere tra la vendita a prezzo fisso (quella che di solito è chiamata “compralo subito”) e la possibilità di rilanciare l’offerta, nell’arco di un tempo stabilito dal venditore. Prima di vendere e comprare su un qualunque sito di aste online, occorre registrarsi.

Risparmiare e fare acquisti sicuri. Le priorità di chi acquista attraverso i siti di aste online sono essenzialmente due: risparmiare e fare acquisti sicuri. Perché si tratti di vero risparmio, bisogna considerare che al prezzo del prodotto vanno aggiunte le spese accessorie, cioè imballo e spedizione, che variano in base al peso e alle dimensioni del pacco e al paese di partenza. Prima di concludere l’affare, quindi, verificare l’ammontare della spesa, che potrebbe solo apparentemente essere vantaggiosa.

Non solo eBay. eBay è certamente il portale di aste online più famoso al mondo, ma non è l’unico. In rete ci sono anche altri siti (Amazon.it, Mercatinousato.com, Subito.it ecc.) che vendono oggetti nuovi e usati, permettendo di fare molte ricerche e di confrontare più prezzi. Non fermarsi mai al primo oggetto sul primo sito: approfondire la ricerca permette, per esempio, di trovare lo stesso articolo a un prezzo più vantaggioso.  

Fare un’offerta all’ultimo momento. Un buon modo per acquistare spendendo il meno possibile è fare l’offerta all’ultimo momento, inserendo il prezzo massimo che si è disposti a pagare. Farlo non è sempre possibile, soprattutto con le aste che terminano di notte. Sul web, però, ci sono alcuni siti, i cosiddetti “sniper”, che permettono di gestire le aste prima che finiscano in maniera automatica. Tra gli sniper più noti e affidabili ci sono Goofbid e GoSnipe, che controllano costantemente l’asta e fanno un’offerta al prezzo massimo che si è disposti a pagare. Un’unica accortezza: questi siti hanno bisogno di conoscere la password con cui si acquista sui siti di aste online. Per questioni di sicurezza, quindi, è opportuno cambiarla periodicamente (e poi iscriversi di nuovo agli sniper).

Verificare l’affidabilità di venditore e compratore. Ancora prima di procedere con l’acquisto o con la vendita, verificare l’affidabilità della persona con cui si sta per stringere l’affare: per farlo, visualizzare sul suo profilo le informazioni sulle sue precedenti esperienze di vendita/acquisto. In caso d’acquisto prestare attenzione anche ai tipi di pagamento accettati: chi usa Paypal è coperto dal “Programma di protezione dalle frodi: in caso in cui non si riceva un oggetto pagato o si riceva qualcosa di diverso o di valore inferiore, si ha diritto al rimborso della somma versata.

Chiedere foto e informazioni prima dell’acquisto. Per maggiore sicurezza è consigliabile richiedere sempre ulteriori foto prima di procedere all’acquisto, per individuare eventuali difetti (questo ovviamente vale soprattutto se si compra una cosa usata). Il prodotto dovrebbe essere corredato anche da una esauriente descrizione con i dettagli più utili per valutarlo e quindi fissare il prezzo dell’offerta: diffidare, quindi, da chi si mostra reticente verso l’invio di ulteriori informazioni o scatti.

Garanzia post vendita. Altro aspetto da considerare nell’ottica della sicurezza e del risparmio, infine, è l’accesso all’assistenza post vendita per la garanzia e la manutenzione, indispensabile soprattutto per i prodotti ad alta tecnologia o elettronici: prima dell’acquisto è importante sapere dove si trovano i centri di assistenza più vicini. Se in caso di problemi si dovesse infatti spedire – a proprie spese – il prodotto a un centro lontano e prepararsi a lunghe attese, l’affare potrebbe rivelarsi meno vantaggioso del previsto.

redazione


160
3
0
0
 
0

163