5 modi per navigare sul web senza lasciare traccia

Dalla navigazione anonima al progetto Tor, passando per i motori di ricerca alternativi, gli strumenti per utilizzare Internet in tutta privacy

La privacy è un tema molto caro a chi ogni giorno utilizza internet come parte integrante della propria vita. Esistono alcuni metodi per sentirsi al riparo da occhi indiscreti, per esempio sui social media – e su Facebook in particolare – ma anche chi naviga su internet con il proprio browser può desiderare di farlo in maniera privata. Ecco quindi qualche consiglio per navigare senza lasciare tracce, dall’uso corretto dei cookie ai motori di ricerca a prova di privacy.

Sfruttare la navigazione anonima del browser. Ormai tutti i browser utilizzati per navigare, su smartphone, tablet e pc, integrano una modalità chiamata “navigazione anonima” o “in incognito”. Attivando questa modalità, i dati personali, come le password e la cronologia di navigazione, non vengono memorizzati sul dispositivo e non sono visibili agli altri. Questo tipo di navigazione è utile nei casi in qui non vogliamo che altre persone possano analizzare e osservare i siti che abbiamo visitato. Si ricorda però che il dispositivo con cui navighiamo, smartphone o computer, è rintracciabile sulla rete, quindi la navigazione anonima del browser non impedisce che le attività di ricerca possano essere visionate dal proprio provider di connessione o dall’amministratore della rete, se vi trovate in contesti aziendali.

Utilizzare DuckDuckGo per le ricerche online. Oltre a Google e Bing esistono altri motori di ricerca, ma uno in particolare è indicato per tutelare la privacy, garantendo la massima riservatezza sulle nostre chiavi di ricerca. Si chiama DuckDuckGo ed è un motore di ricerca alternativo, simile a Google per interfaccia, che permette di effettuare ricerche, senza memorizzare alcun dato che ci riguarda. La filosofia di questo progetto è quella di non tracciare alcun dato degli utenti, garantendo la massima riservatezza e l’anonimato dell’utilizzatore. Il portale è completo e permette di ricercare anche immagini e video.

Navigare in anonimato con Tor. Uno dei migliori metodi per tutelare al massimo la nostra privacy è servirsi di Tor Browser. Tor è un progetto molto interessante e funzionale, che permette di navigare in anonimato senza poter essere tracciati da nessuno, nemmeno da provider o amministratori di rete. Il funzionamento di questo software è reso possibile da una tecnica che utilizza “dati a cipolla”, con il sistema Onion Routing. Messaggi e ricerche inviati con Tor vengono crittografati in strati differenti e spediti verso una serie di nodi (router), dislocati qua e là nel mondo, prima di giungere al destinatario finale. Ciascun router sarà incaricato di rimuovere (sbucciare) uno strato di crittografia e inviarlo al nodo successivo, fino al dispositivo finale. Con questo sistema laborioso e originale, il traffico non sarà mai intercettato e la navigazione resterà sempre anonima e limitata al circuito Tor. Il client Tor è gratuito e disponibile sia per Windows che per OS X.

Sospendere il tracciamento dei siti. I siti web si avvalgono dei cookie, minuscoli file di testo che vengono salvati temporaneamente sul computer per memorizzare le abitudini degli utenti e poter quindi offrire servizi e pagine web più personalizzate e tagliate sulle esigenze dell’utente. Esistono diversi tipi di cookie: quelli di sessione sono spesso essenziali per il funzionamento dei portali, specialmente negli e-commerce, dove servono a mantenere le sessioni di carrello attive. I cookie di sessione vengono automaticamente cancellati alla chiusura del browser. Spesso, però, i portali web usano anche cookie di tracciamento di terze parti per ottenere informazioni sulle abitudini dell’utente per analisi e statistiche. Per questo, quando cerchiamo la migliore offerta per biglietti aerei o ferroviari, è preferibile disattivare i cookie: senza il tracciamento eviteremo di incorrere in prezzi più salati dello stesso biglietto consultato, per esempio, il giorno prima. È possibile disattivare l’utilizzo dei cookie temporaneamente accedendo al menu privacy nelle impostazioni del browser e selezionando la voce “blocca cookie”. Oppure si può installare Ghostery, un plugin per i browser che effettua un monitoraggio globale dei siti web che visitiamo, segnalandoci in tempo reale problematiche di privacy come l’utilizzo di cookie di tracciamento analitici e pubblicitari, per darci la possibilità di bloccare subito alcuni o tutti gli elementi indesiderati del portale.

DAVIDE CAPROTTI
passionetecnologica.it
Davide Caprotti


359
0
0
0
 
0

359