5 app per lasciare l’auto in garage

Dai nuovi servizi di carsharing, scooter sharing e bike sharing alle app per chiamare il taxi con lo sconto, ecco come muoversi in modo sostenibile e risparmiare

Dal car sharing al bike sharing, ma anche carpooling, scooter sharing, bus sharing e garage sharing. In Italia è boom per la mobilità condivisa, tutta a portata di app. I numeri lo confermano: secondo l’Osservatorio della Sharing Mobility, nel nostro paese ci sono oltre 13.000 biciclette offerte in bike sharing da 200 comuni e 5764 auto in car sharing per un totale di 700.000 veicoli. Il tutto si gestisce da smartphone e tablet attraverso le applicazioni. Ecco le ultime app che permettono di lasciare l’auto in garage e di spostarsi con le vetture condivise.

  1. Tutti i carsharing della città in un’app. Da Enjoy a car2go fino al bike sharing passando per i servizi comunali: tutti i mezzi per spostarsi in città racchiusi in una sola app. Gratis e disponibile per Androide e Apple, Urbi consiglia il servizio più adatto al percorso da compiere indicando i costi, i tempi e la distanza dal veicolo tenendo in considerazione anche il traffico. In un’unica schermata, in pratica, si ha una panoramica di tutti i mezzi in condivisione disponibili in città per scegliere l’alternativa più comoda, più vicina o più economica a seconda delle esigenze. L’unico passaggio da fare per poter prenotare è collegare all’app gli account personali delle singole applicazioni. Su Roma, per esempio, è possibile visualizzare i veicoli car2go, Enjoy, Share’n go, i parcheggi, le stazioni di servizio, le informazioni sul traffico, le piazzole del car sharing comunale ecc. Urbi è già presente in diverse città italiane (Roma, Milano, Firenze, Catania, Torino, Palermo, Bologna, Genova, Cagliari, Parma, Firenze) e il servizio è in espansione. Molto utile è anche EveryRide, app disponibile per iOs, Android e Windows Mobile, che raggruppa e confronta i servizi di bike, car e scooter sharing e, in più, permette di prenotare un taxi se non si trova un mezzo condiviso immediatamente disponibile nei dintorni.
  2. Lo scooter sharing su 3 ruote. Zig Zag è il nuovissimo servizio di scooter sharing per ora attivo solo a Roma che permette di noleggiare in modo veloce e conveniente uno scooter a tre ruote. Per noleggiare uno Yamaha Tricity 125 bisogna essere maggiorenni, avere la patente e una carta di credito. Lo scooter si prenota tramite app (download gratis dal sito ufficiale) o dal sito: per trenta minuti il mezzo non può essere prenotato da altri utenti e si avrà tutto il tempo per raggiungerlo. Una volta raggiunto lo scooter, si dovrà inserire un pin che sblocca la sella, sotto la quale sono presenti casco e sottocasco igienico. A questo punto si accende lo scooter e si parte. È possibile fermarsi in tutti gli spazi delimitati da strisce bianche o blu e si potrà scegliere se terminare il noleggio o attivare la funzione di sosta mantenendo lo scooter a propria disposizione. Le tariffe partono da 0,29 centesimi al minuto (i 30 minuti per raggiungere lo scooter sono gratuiti), 14 euro è l’importo per il noleggio giornaliero. Oltre a Zig Zag, lo scooter sharing è un servizio attivo in moltissime città italiane: i mezzi presenti nei parchi Enjoy, Scooterino e Bykeapp sono sempre più numerosi. 
  3. My Taxi, l’app per prenotare i taxi. Attivo a Milano e da poco tempo anche a Roma, My Taxi è un innovativo sistema di prenotazione taxi via app che riserva promozioni a clienti e tassisti. Il funzionamento dell’applicazione è piuttosto semplice. Basta scaricarla sul proprio smartphone (il download si effettua dal sito ufficiale), aprirla e avviare la prenotazione. Tramite la geolocalizzazione o inserendo direttamente l’indirizzo, l’app individua la posizione in cui si trova l’utente. Quindi il sistema avvia la ricerca del tassista più vicino che, dopo aver accettato la richiesta, arriva al punto richiesto, non prima di aver fornito al passeggero informazioni su modello di macchina, targa, foto e nome. A fine corsa, che è possibile seguire in tempo reale condividendo anche la propria posizione con amici e parenti, dopo che il tassista ha inserito l’importo, basta scorrere il dito sullo smartphone per pagare. La ricevuta arriva immediatamente via mail. Periodicamente l’app riserva ai clienti sconti e promozioni fino al 50% di cui si è avvisati tramite alert. All’iscrizione si ricevono in omaggio 20 euro da spendere sulla prima corsa.
  4. Jojob, il carpooling aziendale più usato dagli italiani. Disponibile anche in versione app, Jojob è il servizio di carpooling aziendale che in Italia conta sul maggior numero di iscritti. Il funzionamento è molto semplice: dopo essersi iscritto, l’utente potrà visualizzare su una mappa la posizione di partenza dei propri colleghi e dei dipendenti di aziende limitrofe alla propria, mettersi in contatto e condividere l’auto nel tragitto casa-lavoro. L’App di Jojob consente di certificare i viaggi in auto condivisa misurando il numero di passeggeri e i chilometri percorsi: questo calcolo permette di quantificare l’anidride carbonica risparmiata e di accumulare punti (foglie verdi) con cui premiarsi. Più foglie verdi si accumulano, a più premi si ha diritto: basta andare nella sezione Promozioni e scegliere con quale partner di Jojob spendere i propri punti: a disposizione ci sono B&B in Toscana, gite in barca a vela, skipass gratis ecc.
  5. L’app per noleggiare un’auto BMW. Per ora attivo solo a Milano, Drive Now è il portale che permette di guidare a noleggio auto condivise targate BMW. Chi si iscrive al servizio, infatti, può scegliere tra BMW o MINI BMW Serie 1, BMW Serie 2 Active Tourer, BMW Serie 2 Cabrio, MINI, MINI Clubman o MINI Cabrio. Il costo del servizio comprende benzina, assicurazione, parcheggio (sulle strisce blu e gialle) e pass per l’area C e si attesta, per 15 minuti, sui 7-8 euro. Un prezzo leggermente più alto della media, giustificato dal costo più elevato delle vetture.  Per aderire al servizio, dopo essersi iscritti al costo di 29 euro e registrati, si scarica l’app e si seleziona l’ora e il posto in cui si vuole noleggiare l’auto, che resta a disposizione per 15 minuti senza costi di prenotazione. Una volta raggiunta, la si può aprire o con l’apposita Card o con la stessa app, disponibile anche per smartwatch. Per l’intera durata del noleggio è possibile accedere a una tariffa agevolata (a partire da 20 centesimi al minuto) quando l’auto è in sosta ma non si è ancora terminato il noleggio, per esempio perché si sta facendo una commissione. Una volta esaurito l’utilizzo, per terminare il noleggio basta lasciare l’auto in un parcheggio consentito: se si lascia il mezzo in un posto più periferico vengono addebitati sul conto ulteriori 4,90 euro).
redazione


333
0
3
1
 
0

337