10 strategie di risparmio per la famiglia

Dal cinema al ristorante, dalla spesa alla cucina, passando per alberghi e treni, vi suggeriamo offerte, app e portali per spendere meno con i ragazzi fino a 16 anni

Secondo un rapporto Istat dello scorso giugno, nel 2015 le famiglie hanno mantenuto costanti i costi della spesa generica al supermercato, ma hanno speso di più per alcuni articoli della spesa alimentare – come frutta (+4,5%), acqua minerale e altre bevande (+4,2%) –  e in servizi ricettivi, ricreativi e di ristorazione (+11%). Segno che in famiglia le esigenze di risparmio cambiano: si diventa mediamente più bravi ad amministrare il budget al supermercato, ma quando si tratta di portare in vacanza o al ristorante partner e figli, si fatica a trovare l’offerta. Vediamo insieme come fare un piano di risparmio per famiglie grandi e piccole che tenga conto non solo delle spese quotidiane ma anche di quelle extra, come cinema, ristoranti e vacanze.

  1. Frutta e verdura last minute. Se frutta e verdura fresche sono la voce che fa impennare il budget della spesa alimentare, per evitare di  ridurne il consumo ma spendere meno si può scaricare le app per la spesa social, come Last Minute Sotto Casa, che segnala le offerte di botteghe e supermercati in città. Nel caso di una famiglia di 4-5 componenti, conviene valutare i gruppi d’acquisto come i GAS o gli e-commerce come Cortilia e FruttaWeb.
  2. Acqua sì, ma di casa. Come dimostra una ricerca di Altroconsumo, l’acqua del rubinetto non fa male alla salute ed è di alta qualità. Se il sapore non piace, si può addolcire l’acqua di casa con i sistemi di filtraggio che trovate qui per una spesa che parte da 10 euro. Il risparmio a fine anno potrà arrivare a 160 euro per una famiglia media.
  3. Saponi e detergenti alla spina. Secondo un calcolo di Federconsumatori, una famiglia di quattro persone che riesce a comprare detersivi e altri prodotti per l’igiene alla spina, senza imballaggi, porta a casa un risparmio annuo fino a 200 euro. Per fare la spesa alla spina, ci sono gli Eco Point Crai (con 34 punti vendita in Italia), Auchan Self Discount, Ari Ecoidee, Negozio Leggero e, per gli amanti del biologico, Tutto E Sfuso.
  4. Coupon pensati per le famiglie. I portali e le app che offrono buoni sconto da usare online e offline sono tanti e permettono di risparmiare non solo sulla spesa al supermercato, ma anche per l’acquisto di vestiti, accessori, gadget, ecc. Oltre ai siti di coupon generici, c’è Famideal, il portale dedicato agli sconti di tutto quello che serve a una giovane famiglia: passeggini, bavaglini, culle, detergenti e molto altro con sconti fino al 40%.
  5. In cucina spazio alla pentola a pressione. La pentola a pressione consuma il 25% in meno di gas di una normale pentola e cuoce i cibi in meno tempo, esaltando i sapori degli ingredienti, con un conseguente risparmio di energia. Una pentola a pressione su Amazon può costare dai i 30 euro per i modelli più economici ai 70 euro circa per pentole di maggiore qualità.
  6. Niente apparecchi in stand-by. Più persone vivono sotto lo stesso tetto, più apparecchi elettronici ci saranno. Staccando la spina di televisori, computer e altri dispositivi quando non servono, si risparmiano circa 50-60 euro l’anno. Importante anche scegliere elettrodomestici adeguati alle esigenze della famiglia: per esempio, meglio acquistare una lavatrice di grandi dimensioni se si devono lavare i panni di 4-5 persone: il numero dei bucati diminuirà e, insieme a esso, anche i consumi di acqua ed elettricità. Approfondite la scelta degli elettrodomestici qui.
  7. Ristorazione e intrattenimento con lo sconto famiglia. Per mangiare fuori conviene scaricare le app che permettono di prenotare i ristoranti e risparmiare. Con The Fork e Easy Dinner si risparmia con varie offerte che partono  dal 20% e si accumulano punti. Anche il cinema è scontato: nei teatri del circolo Uci con la Ucicard skin family, mamme e papà con almeno 1 figlio di meno di 14 anni pagano tutti i film 5,90€ (7,50€ per i film 3D), minimo 3 biglietti, massimo 7 fino a 2 adulti compresi. Promozioni per famiglie anche nel circuito The Space: con Biglietto Famiglia di The Space Cinema tutti i componenti pagheranno il ridotto bambini, per gruppi composti da 2 adulti e 2 bambini (fino a 10 anni). Altre dritte su come trovare sconti al cinema si trovano su Risparmiare conviene. Da non sottovalutare, infine, le iniziative di intrattenimento che i comuni italiani organizzano per i bambini: considerate anche queste tra le attività da fare coi bambini a costo zero.
  8. Pacchetti vacanze nei portali giusti. Sono numerose le strutture ricettive italiane che fanno alloggiare i bambini gratis, a volte anche fino ai 13 anni. Scegliere l’albergo o la meta di una vacanza in base a questa possibilità può dimezzare la spesa. Offerte sempre aggiornate sugli hotel dove i bimbi dormono gratis si trovano su Viaggiare bimbi (ordinate per regione) e Bimbo in viaggio. Ci sono poi catene di alberghi e tour operator dove abbondano i pacchetti famiglia: Eden viaggi per una vacanza in Grecia o in Spagna, Club Family Hotel e Info Alberghi per la riviera romagnola, Dedalotour per Sicilia e Calabria, Tui per Spagna, Portogallo, Grecia, Tunisia, Mar Rosso e non solo.
  9. In treno con le offerte famiglia. Se state progettando una vacanza in treno, prima di comprare il biglietto controllate sempre le offerte per famiglie perché ci sono tre possibilità diverse con Trenitalia e Italo. Con l’offerta “Familia 20%” Trenitalia offre sconti dal 20% al 50% per viaggiare di notte sui treni ICN, vetture cuccette e VL (escluse le Excelsior) in gruppi da 2 a 5 persone in cui ci sia almeno 1 maggiorenne e 1 bambino fino a 15 anni non compiuti: lo sconto è del 50% per i bambini sotto i 15 anni, 20% per gli altri. Altra possibilità è l’offerta “Bimbi Gratis” di Italo: i minori di 15 anni viaggiano gratuitamente se sono in compagnia di almeno un maggiorenne. Gli altri pagano il prezzo Base previsto per il treno e il servizio utilizzato. Con “Italo Famiglia”, infine, i ragazzi di età inferiore ai 16 anni viaggiano gratis con la famiglia in ambiente Smart, mentre per gli adulti è prevista l’offerta Flex; la famiglia o il gruppo deve essere composto da un minimo di 2 a un massimo di 4 viaggiatori e da almeno 1 maggiorenne.
  10. Controllo del budget. Il modo migliore per rispamiare rimane quello di monitorare le spese. Lo strumento più comodo sono le app per il budget, meglio ancora se si scelgono quelle dedicate alla famiglia. Gestione familiare è molto completa e permette di fissare dei limiti di spesa ed essere avvertiti quando si sta per superarli. La stessa funzione è offerta da Goodbudget, app gratuita per iPhone e Android. Per usarle al meglio, è bene compilare un elenco delle uscite fisse (come mutui o prestiti) e variabili (l’istruzione dei figli, il mantenimento dell’abitazione, le vacanze, i premi assicurativi e così via), oltre a quello delle spese quotidiane.
redazione


987
0
1
1
 
0

989