10 consigli per scegliere una E-bike

Un po’ bici un po’ motorino, la bici elettrica a pedalata assistita ha un motore che si attiva solo quando il ciclista pedala per aiutarlo. Tutto quello che c’è da sapere prima di acquistarne una

  1. Non comprare una bici senza provarla: i supporti alla pedalata cambiano in base a più variabili, come la posizione del motore. Se possibile, testarla anche su percorsi in salita in modo da valutare la performance del mezzo anche in condizioni più difficoltose.
  2. Prima dell’acquisto considerare i percorsi che si fanno abitualmente: in salita l’assistenza alla pedalata deve essere maggiore.
  3. La durata della batteria determina l’autonomia della bici e il suo prezzo: se non si affrontano percorsi molto impegnativi andrà bene anche un modello con un’autonomia inferiore. Una corretta valutazione degli spostamenti abituali può comportare quindi un notevole risparmio sul prezzo.
  4. Le bici con sensore di sforzo costano più di quelle con sensore di movimento, ma assicurano maggiore fluidità al supporto e aiutano al momento della partenza. Anche in questo caso è fondamentale valutare i percorsi coperti abitualmente per quali caratteristiche necessarie che deve avere la vostra E-bike al momento dell’acquisto.
  5. I modelli da uomo, con barra orizzontale, possono rendere necessaria una certa agilità per montare in sella: prima di decidere l’acquisto, provare più volte a salire e scendere. Un tentativo in più in negozio vi eviterà problemi successivamente.
  6. Chiedere sempre al negoziante se fornisce anche assistenza dopo la vendita e farsi un’idea dei costi: cambiare una ruota su una bici elettrica, infatti, non è semplice come per una bici tradizionale e quindi i costi dell’assistenza sono da valutare nella scelta del rivenditore.
  7. Per le E-Bike valgono le stesse regole di sicurezza delle bici normali: il campanello è obbligatorio. Casco, luci, giubbotto fluorescente e catarifrangenti sono indispensabili e vi consentiranno di viaggiare in totale sicurezza.
  8. Per ricaricarla, basta attaccare la batteria a una presa elettrica per cinque ore. Una ricarica completa costa circa 0,75 euro.
  9. Con numero di telaio e geolocalizzatore (costo circa 400 euro) in caso di furto e di denuncia la polizia sa dove andare a colpo sicuro. Un esborso aggiuntivo, che può però rivelarsi provvidenziale nel momento del bisogno.
  10. Tenere presente che la batteria va in genere cambiata dopo 500 cicli di ricarica (pari a 25 mila chilometri). Tenete dunque monitorati i vostri spostamenti in modo da evitare sgradevoli sorprese. Acquistarla costa dai 350 ai 400 euro.
redazione


139
4
0
1
 
0

144